Hotel Antiche Figure, quando la creatività incontra il digitale per offrire un’esperienza nuova al turista

“Quella che stiamo vivendo è una prova davvero difficile ma son certo che ne usciremo”. Alessandro Fornasier è un ottimista di natura. Per lui, che da oltre trent’anni lavora nel turismo in città, questa è solo una nuova sfida, da affrontare con la solita, instancabile voglia di fare, un pizzico di creatività e uno sguardo attento alle nuove tecnologie.

L’hotel Antiche Figure di Venezia svetta dal lato opposto del Canal Grande una volta usciti dalla stazione. Un palazzo antico, “nel 17esimo secolo era coperto di affreschi sulla facciata”, da cui il suo nome. Ma la storia non è un limite, anzi. Piuttosto un volano per aggiungere velocità all’innovazione. “In laguna ci sono tante strutture e occorre sapersi differenziare”, spiega Alessandro, che dirige, oltre a questo, anche l’hotel Canal Grande, nelle vicinanze. “Noi lo facciamo prima di tutto offrendo la massima attenzione al cliente e alle sue necessità”. La relazione col cliente, infatti, “è la cosa più bella di questo lavoro, è quella che ti fa capire le esigenze di ogni ospite e permette al turista di conoscere veramente la città”.

La tecnologia è un altro elemento che, per una piccola struttura come questa, fa la differenza. “Siamo stati tra i primi ad aprire dopo il lockdown, anche se economicamente è stata davvero dura”. Il digitale è stato fondamentale. Con Hotel Insights, infatti, “possiamo monitorare le ricerche online di potenziali visitatori, interpretare le loro esigenze e ottimizzare la loro esperienza di acquisto sul nostro sito. Questo migliora l'efficienza del nostro lavoro e ci permette di trovare nuovi clienti”. Poi c’è l’innovazione mista alla creatività, quella di chi sa ascoltare le tendenze e inventare soluzioni nuove: “Visto che le persone continuavano a lavorare da remoto, abbiamo deciso di trasformare due stanze dell’hotel in uffici temporanei con scrivania, computer, wi-fi veloce e stampate. Così, oltre alla possibilità di riservare online le stanze per la notte, le offriamo anche per affitti giornalieri, per chi vuole lavorare con vista Canal Grande”.

“Amo il mio lavoro perché ogni giorno mi arricchisce di nuovi incontri e relazioni: è come visitare il mondo rimanendo sempre nello stesso posto”. E quello che veramente conta in un viaggio “non sono i luoghi ma le relazioni che instauri con le persone che conosci”. Poterlo fare in una città come Venezia non ha prezzo. “Io non sono solo un veneziano, sono innamorato di Venezia e della sua storia”. Alessandro conosce ogni angolo della città, “ho visitato anche i luoghi più strani e meno battuti”, e cerca sempre di trasmettere ai suoi ospiti questi dettagli che raccontano la laguna meglio di mille guide. Ora, a proseguire la tradizione di famiglia c’è anche il figlio, “che organizza tour della cosiddetta Venezia minore, quella meno conosciuta”.

Un passione che continua, dunque, così come la voglia di andare avanti e non fermarsi di fronte alle avversità. “Anche se adesso può sembrare difficile pensarlo, credo che questa crisi ci farà scoprire nuove opportunità. La sfida è guardare avanti e, con gli strumenti giusti, affrontare il futuro con un sorriso”.

Il digitale è stato fondamentale. Con Hotel Insights, infatti, possiamo monitorare le ricerche online di potenziali visitatori, interpretare le loro esigenze e ottimizzare la loro esperienza di acquisto sul nostro sito. Questo migliora l'efficienza del nostro lavoro e ci permette di trovare nuovi clienti.

Alessandro Fornasier, Direttore, Hotel Antiche Figure

Dove

Italia

Filtri

Storie correlate

Manet

Manet: l'innovazione tecnologica al servizio dell’esperienza di viaggio

B&B Marconi

Dal bed & breakfast all’idea di “hotel distribuito”, con l’aiuto di Eccellenze in Digitale

Paesionline.it

Paesionline.it aumenta il fatturato del 300%