Vanessa Cavallaro: Il fascino di un'arte antica diffusa in Rete

Essere unici non è un dono, né una condanna: spesso è frutto di una scelta. “Sono una delle ultime donne in Italia capaci di incidere il vetro a mano alla ruota in pietra-ceramica, un metodo creato dai Romani nel I secolo a.C.”. Vanessa Cavallaro è l'erede di una tradizione antica. Vive ad Altare, dove le alpi incontrano l’appennino ligure: “Questa è una città vocata alla cultura e alla lavorazione dell'arte vetraia”. Che non è rimasta ancorata al passato. Proprio come Vanessa: oggi il 60% del suo business è generato dall'e-commerce dei suoi prodotti. Pezzi unici, venduti in tutto il mondo. Anche durante il lockdown.

“Mentre il mio laboratorio era chiuso, è come se il digitale avesse lavorato per me. Durante il lockdown, ho portato a termine nuove vendite”. L'ultima è partita tramite un post pubblicato su Profilo dell'attività: “Tengo aggiornato il profilo del mio laboratorio con contenuti nuovi e curati, ed è sempre in crescita”. Un interesse per le potenzialità del web che ha radici profonde, come la passione per l'arte incisoria. “Ho iniziato a 22 anni, ma è da quando ne avevo meno di dieci che incido su vetro. Ho iniziato da sola, per passione, osservando i torni e gli artigiani al lavoro nell'atelier di famiglia”. Poi Vanessa è partita per Torino per studiare grafica. Dopo l’accademia, ho scelto di tornare ad Altare e trasformare il lavoro dei miei genitori usando la mia firma”. Nel 1993 nasce la marca Vanessa Cavallaro, un brand radicato nella tradizione dei maestri artigiani. La svolta, in un mondo prettamente maschile dove la meccanizzazione sottrae lavoro agli artigiani, è stata creare un percorso originale, unico. La Cavallaro lo ha fatto trovando nuovi pubblici, in Italia come all'estero.

“Sono molto curiosa: nel 2016 ho frequentato il corso “Eccellenze in Digitale” in Camera di Commercio e ho scoperto come ottimizzare i miei strumenti online”. Vanessa è abile così viene notata dai suoi tutor. “Mi hanno invitato a Dublino per due giorni di formazione nella sede di Google. Un'esperienza illuminante! Ho scoperto tanti strumenti gratuiti utili: la conoscenza del digitale mi ha fatto prima risparmiare e poi mi ha aiutato a vendere”. Sì, perché puoi riuscire a creare pezzi unici, ma la vera scommessa è farli conoscere. “Mi affido ai canali digitali per la promozione. E faccio molte campagne con Google Ads: ormai, sono uno strumento essenziale per il mio business”. Anche perché il cliente tipo di Vanessa Cavallaro spesso vive all'estero. “Usando gli strumenti giusti, il web amplifica le proprie capacità: se sei coerente e racconti quello che fai, allora funzioni. Soprattutto nel mercato straniero: i miei clienti all'estero cercano una storia, una competenza”.

Artista, artigiana, innovatrice, con il sogno di preservare tradizioni antiche.“Il mio sogno sarebbe quello di portare nuove generazioni a lavorare nel mio settore. Bisogna mostrargli cosa è, come nasce, perché deve sopravvivere. E in questo senso il digitale è in grado di creare nuovo fascino verso il mio mondo”.

Mentre il mio laboratorio era chiuso e la mia attività sospesa, è come se il digitale avesse lavorato per me. Tengo aggiornato il profilo del mio laboratorio con contenuti nuovi e curati, ed è sempre in crescita. I miei clienti spesso arrivano da qui.

Vanessa Cavallaro, Fondatrice, Vanessa Cavallaro

Dove

Italy

Filtri

Storie correlate

Sini

Sini crea una vetrina online per la propria attività artigianale

DriveK

Con AdWords e le campagne di remarketing, DriveK accompagna il cliente fino all’acquisto

Di Sulmona

Di Sulmona aumenta il fatturato del 50% grazie all'utilizzo di AdWords